Sicilia

  • Mozia Grillo Sicilia DOC 2020 Tenuta Whitaker-Tasca d'Almerita
    € 48,00

    MOZIA GRILLO
    Vendemmia 2020
    La Tenuta Whitaker si trova sull’antica isola fenicia di Mozia, davanti alle coste di Marsala. Piccola ma incredibilmente ricca di testimonianze storiche, Mozia vanta un microclima in cui l’uva Grillo esprime tutta la sua forza vitale. La vigna è in una splendida posizione, circondata da siti archeologici e nei pressi di uno stagno salmastro dove anticamente si pescava con le reti da lancio. Qui i destini di due famiglie, Whitaker e Tasca d’Almerita, si sono intrecciati nella cornice di un ecosistema dove la vite ha da molto tempo un ruolo rilevante. Il primo impianto di viti a Mozia risale agli inizi del XIX secolo, quando gli inglesi, arrivati dalla vicina Marsala, vi individuarono caratteristiche pedoclimatiche molto favorevoli alla produzione di uva.
    I suoli dell’isola di Mozia derivano da fondali di origine marina. Sono terreni sabbiosi e sciolti. Importante la presenza di calcare, che determina una reazione alcalina del suolo (pH 8,2) e che influenza le caratteristiche aromatiche delle uve.
    La profondità della terra permette un adeguato sviluppo dell’alberello. La potatura lunga, “archetto alla marsalese”, è la più adeguata per l’uva Grillo, considerata la scarsa fertilità alla base del tralcio. La raccolta, leggermente anticipata, preserva qualche punto di acidità per mantenere la freschezza del sorso e la longevità, che il bianco di Mozia ha saputo dimostrare negli anni.
    Vitigni: Grillo
    Denominazione: Sicilia DOC
    Zona vitivinicola: Mozia – Isola di San Pantaleo (TP), isolotto dello Stagnone a pochi chilometri dalla costa di Marsala – Sicilia
    Sistema di allevamento: alberello
    Tipo di potatura: alla “marsalese” corta e lunga
    Densità di ceppi per ha: 3.300
    Resa quintali di uva per ha: 50 ql
    Fermentazione: in vasche di acciaio inox
    Temperatura di fermentazione: 16/18°C
    Durata della fermentazione: 15 giorni
    Fermentazione malolattica: non svolta
    Affinamento: in vasca di acciaio in presenza di lieviti per 5 mesi
    Gradazione alcolica: 14% Vol.
    Dati analitici del vino: pH 3,15 – AT 6,44 g/l – ZR 1,8 g/l – ET 27,1 g/l

  • Vigna San Francesco Chardonnay Sicilia DOC 2018 Tenuta Regaleali-Tasca d'Almerita
    € 84,00

    VIGNA SAN FRANCESCO | CHARDONNAY
    Vendemmia 2018
    Una delle sfide più stimolanti per i responsabili dell’azienda. Il progetto di creare un vino di qualità e rango superiori impiegando il vitigno bianco più celebrato e diffuso a livello planetario nasce a metà degli anni ’80. La vigna San Francesco viene messa a dimora nel 1985 da Lucio Tasca, nella porzione più bassa del versante, su un terreno più fertile della media di Regaleali a causa di uno strato attivo più profondo e di maggiore freschezza, dovuta a un minor drenaggio dell’acqua piovana.
    Il materiale clonale arriva in parte dalla Borgogna. La parcella si estende per circa 5 ettari, con un sesto di impianto di 2,60 metri per 1,20 metri (3.200 piante per ettaro), a un’altitudine compresa tra i 520 e i 532 metri. Il substrato di origine è costituito da sedimenti argilloso-sabbiosi, la tessitura è franco-argillosa, debolmente calcarea, con reazione leggermente alcalina (pH 8.1). È un suolo di notevole spessore, ben strutturato, ma le radici non superano i 70 centimetri di profondità.
    Il terreno ha un normale contenuto di sostanza organica ed è ricco in sali minerali, magnesio e potassio in particolare, con una buona dote in fosforo. Le viti sono tenute a spalliera, con forma d’allevamento a Guyot doppio.
    La fermentazione delle uve viene svolta in barrique di rovere francese da 350 litri, con batonnage giornaliero per i primi 10-15 giorni, poi settimanalmente per i restanti 8 mesi di affinamento. Lo Chardonnay è una varietà molto precoce e a Regaleali raggiunge di solito la sua maturazione tra la fine di agosto e i primi giorni di settembre, con poche variazioni da annata ad annata. Nel 1985 Lucio Tasca d’Almerita decise di confrontarsi con il vitigno bianco più celebrato al mondo. Dopo una prima sperimentazione con barbatelle arrivate anche dalla Borgogna, impiantò 5 ettari di Chardonnay nella parte inferiore della collina San Francesco, a circa 500 metri di altitudine, con terreni ricchi originati da sedimenti di origine fluviale adatti alle uve bianche di struttura. Capace di coniugare la parte più sapida e fresca con un buon equilibrio.
    Vitigni: Chardonnay
    Denominazione: Bianco Sicilia DOC
    Zona vitivinicola: Tenuta Regaleali – Palermo – Sicilia
    Vigneti: San Francesco di 4,9 Ha
    Anno di impianto: 1985
    Altitudine: 530 m s.l.m.
    Esposizione: Sud-Est
    Sistema di allevamento: spalliera
    Tipo di potatura: guyot doppio
    Densità di ceppi per ha: 3.200
    Resa di uva per ha: 86 ql
    Epoca di vendemmia: 3 settembre 2018
    Fermentazione: in barili di Rovere francese (Allier e Tronçais) da 350 litri Temperatura di fermentazione: 18°C
    Durata a contatto con le bucce: 15 giorni
    Fermentazione malolattica: Non svolta
    Affinamento: in barili di Rovere Francese (Allier e Tronçais) da 225 litri, 100% nuovi per 18 mesi
    Gradazione alcolica: 14% Vol.
    Dati analitici del vino: pH 3,40 – AT 7,10 g/l – ZR 0,7 g/l – ET 25,6 g/l

  • Vigna di Paola Malvasia Secca Tenuta Capofaro Isola di Vulcano 2020-Tasca d'Almerita
    € 72,00

    VIGNA DI PAOLA
    Vendemmia 2020
    Un’isola, Vulcano, a cui Efesto, dio del fuoco, ha donato fertilità e un microclima unico. Un territorio, Contrada Gelso, dove sorge una vigna di Malvasia, 4,5 ettari con esposizione a Sud. Un suolo, fatto di cenere e sabbie fini, brune, ma anche di pomice, silicati e metalli. Una donna, Paola Lantieri, che per anni ha coltivato con dedizione questa vigna e che ha affidato a noi Tasca il compito di continuare a farlo con la stessa cura e passione. Vigna di Paola, un omaggio a tutto questo.
    Vitigni: Malvasia
    Denominazione: Bianco Salina IGT
    Zona Vitivinicola: Tenuta Capofaro – Vulcano – Isole Eolie
    Altitudine: da 20 a 100 m s.l.m
    Anno di impianto: 2006
    Sistema di allevamento: spalliera
    Tipo di potatura: guyot
    Densità di ceppi per ha: 5.850
    Resa di uva per ha: 38 ql
    Epoca di vendemmia: 1 settembre 2020
    Andamento climatico: Primavera mite, con buone piogge a marzo. Estate calda e asciutta, ideale per una perfetta maturazione della Malvasia.
    Fermentazione: In vasche d’acciaio inox
    Temperatura di fermentazione: 16°C
    Durata di fermentazione: 15 giorni circa
    Fermentazione malolattica: non svolta
    Affinamento: in vasche di acciaio per 4 mesi in presenza dei lieviti
    Gradazione alcolica: 13% Vol.
    Dati analitici: pH 3,56 – TA 5,4 g/l – RS 1,7 g/l – ET 22,9 g/l

  • Etna Bianco DOC 2020 Buonora-Tenuta Tascante,Tasca d'Almerita
    € 40,00

    BUONORA
    Vendemmia 2020
    Storicamente un vitigno utilizzato per la sua acidità e la sua produttività, il Carricante è probabilmente oggi una delle varietà più interessanti e dalle diverse sfaccettature ancora da scoprire. Mineralità, note sulfuree, sentori di idrocarburi, anche in annate giovani. È espressione della verticalità dei vini del Vulcano. Un vino che riflette la natura del territorio da cui proviene, l’Etna.
    Vitigni: Carricante
    Denominazione: Etna DOC
    Zona vitivinicola: Versante nord del vulcano Etna – contrada Feudo (Castiglione di Sicilia) contrada Salice (Milo) – Catania – Sicilia
    Terreni: terrazze su sedimenti vulcanici
    Anno d’impianto: 2000
    Altitudine: 600 m s.l.m.
    Esposizione dei vigneti: Nord
    Sistema di allevamento: spalliera
    Tipo di potatura: guyot
    Densità di ceppi per ha: 5000
    Resa quintali di uva per ha: 65 ql
    Epoca di vendemmia: 1-26 ottobre
    Andamento climatico: primavera fresca e con piogge scarse. Estate non troppo calda con buone piogge. Settembre caldo e piovoso e inizio vendemmia asciutto. Buona disponibilità idrica e temperature non troppo elevate hanno favorito una lenta e completa maturazione del Carricante.
    Fermentazione: in vasche di acciaio inox
    Temperatura di fermentazione: 16/18°C
    Durata della fermentazione: 12 giorni
    Fermentazione malolattica: non svolta
    Affinamento: in vasche di acciaio in presenza di lieviti per 4 mesi
    Gradazione alcolica: 12% Vol.
    Dati analitici del vino: pH 3,10 – AT 6,60 g/l – ZR 0,8 g/l – ET 20,1 g/l

riepilogo ordine